REGOLAMENTO INTERNO AZIENDALE “COCCOLE E BALOCCHI SAS"
 

 1. Applicabilità

Il presente regolamento interno viene predisposto dalla Società Coccole e Balocchi SAS di Caterina Galderisi & C. C.F. e P.IVA 04245060654  con sede legale in Montecorvino Pugliano Via Misericordia n.2A e sede operativa in Pontecagnano Faiano Via Picentia n.21 al fine di regolarizzare lo svolgimento dell’attività lavorativa del personale, sia all’interno dei locali della Società, sia all’esterno

 

2. Organigramma interno

La suddivisione del personale interno, e responsabilità, è periodicamente aggiornata dal Socio Accomandatario e portata a conoscenza dei dipendenti mediante affissione nella bacheca aziendale.

 

3. Svolgimento dell’attività lavorativa

Il lavoratore deve adempiere la prestazione dovuta con la diligenza richiesta dalla natura della prestazione stessa e dall'interesse dell'impresa, rispettando i criteri qualitativi e quantitativi stabiliti per la prestazione stessa.

La violazione dell'obbligo di diligenza può comportare: 

  • l'irrogazione di sanzioni disciplinari come previsto dal ccnl in vigore e, nei casi più gravi, l'intimazione del licenziamento; 

  • l'obbligo del lavoratore di risarcire la Società a titolo di responsabilità contrattuale del danno eventualmente riconducibile alla condotta negligente o imprudente del lavoratore. 

 

4. Comportamento

 

Il lavoratore ha l’obbligo di usare modi cortesi e rispettosi con il pubblico e con i clienti della Società,  e di tenere una condotta conforme ai civici doveri. Si richiama il diritto-dovere di ognuno di pretendere e a rispettare il decoro nell’abbigliamento e nell’igiene sui luoghi di lavoro. L’utilizzo dei beni aziendali deve avvenire esclusivamente per l’assolvimento delle mansioni lavorative: non sono ammessi l’appropriazione e l’uso per scopi personali.

 

5. Rispetto dell’orario di lavoro e assenze

 

L’orario di lavoro deve essere rispettato sulla base di quanto indicato dalla Società. E’ fatto divieto il non rispetto dell’inizio del lavoro e l’anticiparne la cessazione senza preavviso e senza giustificato motivo. Nel caso in cui non venga rispettato l’orario di lavoro, sarà operata una trattenuta di importo pari alle spettanze corrispondenti al ritardo o alla cessazione anticipata, fatta salva l’applicazione della sanzione prevista dal ccnl in vigore. 

Salvo il caso di legittimo impedimento, di cui sempre incombe al lavoratore l’onere della prova, e fermo restando l’obbligo di dare immediata notizia dell’assenza alla Società, le assenze devono essere giustificate per iscritto presso l’azienda entro 48 ore (ved. art. 7). Nel caso di assenze ingiustificate sarà operata la trattenuta per le ore non lavorate, fatta salva l’applicazione della sanzione prevista dal ccnl in vigore.

 

6. Documentazioni assenze

Tutte le assenze devono essere comunicate e giustificate con specifica documentazione ed in particolare:

 

Malattia

In caso di malattia il lavoratore deve avvertire l’azienda entro il primo giorno di assenza ed inviare alla medesima entro due giorni dall’inizio dell’assenza il codice di trasmissione telematica del certificato da parte del medico curante. L’eventuale prosecuzione deve essere comunicata all’azienda entro il primo giorno in cui il lavoratore avrebbe dovuto riprendere servizio e, deve essere attestata da certificati medici.

 

Congedi parentali

La fruizione egli stessi avverrà secondo quanto previsto dalle normative contrattuali e dalla legge. Sarà cura del lavoratore provvedere alla consegna dell’apposita documentazione giustificativa ai responsabili aziendali (ad esempio certificati di morte o autocertificazione del parente deceduto, certificati medici di malattia dei figli e dichiarazione di non fruizione del congedo dell’altro coniuge).

 

7. Periodi di Ferie

I periodi di ferie verranno stabiliti, tenuto conto delle esigenze della Società e degli interessi del prestatore di lavoro, sulla base di precise disposizioni da parte della Società stessa e comunicati preventivamente agli interessati.  L’epoca di ferie collettive sarà comunicata dalla Società entro il 30 Aprile per quanto riguarda le ferie estive ed entro il 30 Settembre per le ferie natalizie tenendo presente, come già detto, delle richieste dei singoli, compatibilmente alle esigenze aziendali. La fruizione di ferie individuali, dovrà essere preceduta da relativa richiesta da inoltrarsi a cura del lavoratore almeno 2 mesi prima e autorizzata dalla Direzione, sentito il responsabile di riferimento.

 

8. Permessi retribuiti

I permessi costituiscono normalmente una problematica e impediscono il regolare svolgimento dell’attività. Pertanto tali permessi dovranno essere richiesti con le stesse modalità previste per la richiesta di ferie individuali con almeno 3 giorni di anticipo e verranno concessi, previa autorizzazione, soltanto in presenza di particolari urgenze, motivazioni previste dal vigente CCNL di categoria o comunque autorizzati a discrezione della Società. L’assenza dal normale orario di lavoro senza l’autorizzazione di cui sopra, sarà considerata inadempienza al predetto CCNL.

 

9. Uscite e straordinari

Eventuali uscite durante l’orario di lavoro, dovranno essere autorizzate dal responsabile di riferimento (si rimanda in proposito all’organigramma vigente), così come l’effettuazione di ore di straordinario.

Il permesso di uscita dall’azienda deve essere richiesto dal lavoratore entro la prima mezz’ora di lavoro, salvo casi eccezionali, ed autorizzato dalla Direzione.

 

10. Divieti

 

E’ vietato al personale ritornare nei locali dell’azienda e trattenersi oltre l’orario prescritto (salvo il caso di prestazione di lavoro straordinario), se non per ragioni di servizio e con l’autorizzazione della Società.

 

11. Mutamento di domicilio

 

E’ dovere del personale di comunicare immediatamente all’azienda ogni mutamento della propria dimora, sia durante il servizio che durante i congedi ed ogni variazione della propria residenza anagrafica.

 

12. Telefonate

 

E’ fatto divieto l’utilizzo del telefono cellulare per scopi personali nel corso dello svolgimento dell’attività lavorativa, salvo particolari ed urgenti necessità, con preventiva richiesta di autorizzazione. E’ fatto altresì divieto l’utilizzo di qualsiasi altro congegno elettronico per scopi personali durante l’attività lavorativa.

 

13. Materiale in dotazione – Consegna e restituzione

 

Alcuni indumenti per l’esecuzione del lavoro sono forniti dalla Società. La stessa è inoltre tenuta a fornire il materiale e gli attrezzi necessari.

In caso di risoluzione del rapporto di lavoro, gli indumenti, divise, attrezzi e strumenti in dotazione dovranno essere restituiti al datore di lavoro.

 

14. Materiale in dotazione – Danneggiamento, rottura e smarrimento

 

Il personale è responsabile del materiale e degli attrezzi avuti in consegna per lo svolgimento dell’attività lavorativa. Ciascun dipendente dovrà custodire detto materiale, effettuarne l’idonea manutenzione, conservarlo ed utilizzarlo con normale cura e diligenza. Quanto sopra evidenziato comprende anche gli automezzi aziendali (autovetture, furgoni, ecc.). In caso di rottura, di danneggiamento e di smarrimento del materiale di cui sopra, è dovuto da parte del dipendente il relativo risarcimento nella misura da stabilirsi al momento dell’accaduto, pari al 50% dell’ammontare della riparazione e/o sostituzione, fatti salvi i provvedimenti disciplinari previsti dalle normative contrattuali in vigore.

Qualora non fosse direttamente rintracciabile l’autore dell’infrazione si provvederà ad effettuare una ripartizione proporzionale del danno con tutto il personale addetto al settore interessato.  

In caso di furto, come anche nel caso di constatato danneggiamento, ad opera di terzi, il personale è tenuto a darne tempestiva comunicazione alla Società, dimostrando di aver usato la normale diligenza nella custodia, ove trattasi di materiale a lui affidato in consegna.

 

15. Infrazioni stradali

Il dipendente responsabile dell’automezzo che viene da lui utilizzato per lo svolgimento dell’attività lavorativa è obbligato a rispettare le normative stradali come previsto dalla legge. Nel caso di multe che saranno comminate alla Società, è dovuto da parte del dipendente, responsabile in quel momento, il risarcimento pari al 50% dell’ammontare dell’ammenda della multa stessa, con conseguente trattenuta dallo stipendio del mese successivo a quello della accertata violazione.  Qualora non fosse direttamente rintracciabile l’autore dell’infrazione si provvederà ad effettuare una ripartizione proporzionale dell’ammenda con tutto il personale in forza e l’azienda. 

 

16. Divieto di fumo e bevande alcoliche

Il divieto di assumere bevande alcoliche è assoluto in qualsiasi locale aziendale.

Il divieto di fumo è assoluto in qualsiasi locale aziendale, come previsto dalla legge. E’ consentito fumare soltanto all’esterno. Il contravvenire a tale divieto, oltre che non rispettare le leggi e le normative esistenti, reca danno e rischio a persone e cose che si trovano all’interno dei locali stessi. 

 

17. Igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro

La Società da sempre si è adeguata alle normative relative alla prevenzione infortuni e sicurezza nei luoghi di lavoro ed alla normativa Covid-19 che si è succeduta dal 18/03/2020. E’ fatto obbligo dell’osservanza delle suddette norme da parte di tutti gli addetti.  Si ricorda che il responsabile interno incaricato della conformità dell’applicazione delle norme sulla sicurezza è il Sig. Marotta Federico che condurrà periodicamente apposite ispezioni sottoponendo alla Società eventuali richiami disciplinari.

 

18. Obbligo di Green Pass per i dipendenti

Come noto, il decreto-legge 6 agosto 2021, n. 111, ha introdotto - articolo 9-ter, decreto-legge n. 52/2021, convertito dalla legge n. 87/2021 - l’obbligo del possesso e il dovere di esibizione della certificazione verde COVID-19 per tutto il personale scolastico

 

19. Inosservanza delle norme

 

L’inosservanza delle norme del presente regolamento interno o qualsiasi altra inosservanza dei doveri da parte del personale dipendente, e/o trasgressione alle norme del ccnl vigente, comporterà l’applicazione dei provvedimenti disciplinari previsti dal ccnl applicato e attualmente in vigore.

 

 

20. Entrata in vigore e riferimenti

 

Questo regolamento entra in vigore a partire dalla consegna ai lavoratori 01/09/2021. Responsabile della sua applicazione è la Sig.ra Galderisi Caterina.